Informativa: questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Il check-up dei sistemi di controllo di gestione: diagnosi ed interventi di miglioramento

DATA:
25-26 ottobre 2018

SEDE:
Università Cattolica del Sacro Cuore, sede di Milano

DOCENTE:
Antonella Cifalinò, Professore associato di Programmazione e controllo, Facoltà di Economia, Università Cattolica del Sacro Cuore; Vice Direttore CERISMAS
Paola Sacco, Docente di Programmazione e controllo, Facoltà di Economia, Università Cattolica del Sacro Cuore

TESTIMONI:
Saranno presentate due testimonianze aziendali

OBIETTIVI:
Gli strumenti “di base” del sistema di programmazione e controllo (budget, contabilità analitica, reporting) sono, ormai da diversi anni, una realtà acquisita per la maggior parte delle aziende sanitarie. Si tratta, tuttavia, di strumenti e meccanismi che devono essere periodicamente aggiornati per rispondere in maniera efficace alle opportunità e alle sfide imposte dai processi di innovazione strategica, organizzativa e tecnologica. È, quindi, opportuna una periodica “revisione” che, da un lato, garantisca il loro allineamento con il contesto di riferimento e, dall’altro lato, la “sistemazione” di alcuni possibili malfunzionamenti, al fine di garantire una solida elaborazione dei dati ed una efficace comunicazione a supporto del processo decisionale. Il corso intende dare una risposta ai seguenti quesiti: come devono essere “ripensati” i sistemi di programmazione e controllo per rispondere ai cambiamenti strategici, organizzativi e tecnologici più significativi? Quali sono le criticità più frequentemente rilevate a preventivo nel sistema di programmazione e budgeting? Quali approcci metodologici consentono di attivare un efficace processo di definizione degli obiettivi? Come progettare e diffondere il sistema di programmazione e budgeting in modo che la cultura della gestione degli obiettivi non sia circoscritta ai livelli di responsabilità apicali, ma pervada in modo sistematico l’agire dei professionisti? quali sono le criticità più frequentemente rilevate negli strumenti di contabilità analitica e reporting? Quali sono, ad esempio, le voci di costo più “critiche” per il processo di raccolta ed aggregazione dei dati? Quali soluzioni si possono attuare per il loro trattamento? Come deve essere aggiornata la reportistica per rispondere alle esigenze gestionali dei destinatari? Come identificare, selezionare e costruire un efficace sistema di indicatori a supporto dello sviluppo del sistema di programmazione e controllo? Come presidiare un’efficace integrazione del sistema di programmazione e budgeting con i processi di valutazione delle performance organizzative ed individuali?

METODOLOGIA DIDATTICA:
Il corso è ispirato ai canoni propri dell’action learning. A complemento delle lezioni interattive di inquadramento, è previsto un intenso utilizzo di casi di studio e testi-monianze.

DESTINATARI:
Il corso si rivolge ad un'ampia platea di soggetti: non solo alle persone che, addette al controllo dei gestione, alimentano e fanno funzionare gli strumenti citati, ma a tutti coloro che, dotati di delega e responsabilità cliniche ed amministrative, hanno la necessità di disporre di affidabili informazioni per supportare le decisioni operative e strategiche. In particolare il corso si rivolge a:

  • Direzione amministrativa
  • Dirigenza e collaboratori di area amministrativa
  • Responsabili del servizio di controllo di gestione o unità organizzative equivalenti
  • Direzione sanitaria
  • Direzione di dipartimento, di unità operativa e di distretto
  • Dirigenza medica
  • Coordinatori di personale tecnico ed infermieristico