Informativa: questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Community of practice per esperti di gestione del personale in sanità

Il metodo noto come Community of Practice (CoP) è riconosciuto nella letteratura nazionale ed internazionale quale forma cooperativa di apprendimento organizzativo basata sulla partecipazione spontanea di persone operanti nello stesso contesto professionale. L’approccio CoP consente di:

  • promuovere un processo di apprendimento collettivo avente per oggetto competenze strategiche più difficilmente trasferibili nell’ambito di pratiche di lavoro, valorizzando la multidisciplinarietà;
  • enfatizzare un collegamento diretto tra apprendimento e performance, in quanto le persone che partecipano alla Community sono contestualmente chiamate a rispondere dei risultati organizzativi attesi nelle aziende di afferenza;
  • promuove lo sviluppo di relazioni informali che favoriscono lo scambio di informazioni utili alla risoluzione di problemi complessi, grazie al “senso di appartenenza”, alla stima e alla fiducia reciproca che di norma accomuna i membri della Community.

Obiettivi della Community

La CoP si pone la finalità di promuovere la gestione del personale in una prospettiva “strategica” ovvero di allineamento dei processi di gestione delle persone con gli indirizzi strategici ed i modelli organizzativi della realtà aziendale. Questo implica che aspetti più strettamente regolamentari e operativi (es. soluzioni ICT per l’HRM, strumenti contrattuali etc.) saranno trattati in maniera strumentale e funzionale alle esigenze di promozione di una direzione strategica del personale.

Modalità di lavoro

Per l'anno 2019 si propone di strutturare i lavori come segue:

  • progettazione analitica delle attività della Community (periodo febbraio – maggio 2019). Le aziende aderenti alla Community, dopo aver restituito la scheda di partecipazione alle attività, potranno contribuire alla definizione dell’agenda analitica dei lavori previsti anche in via preliminare agli incontri residenziali;
  • svolgimento di 3 incontri residenziali che prevedono approfondimenti tematici, condivisione di pratiche aziendali, confronto con testimonianze di aziende innovative non sanitarie, restituzione in plenaria dei risultati di progetti di benchmarking, sperimentazione attiva e journal club;
  • svolgimento di attività in remoto di analisi della letteratura (secondo il metodo del Journal Club), benchmarking e sperimentazione (secondo il metodo dell’action research), con il coordinamento scientifico di CERISMAS ed il supporto della piattaforma di formazione a distanza, il cui accesso è riservato ai partecipanti alla Community (Blackboard);
  • valutazione dei risultati conseguiti dalla partecipazione ai lavori della Community e possibili ipotesi di successivo sviluppo delle attività, in occasione dell’ultimo incontro residenziale.

Contenuti

Le problematiche affrontate giornalmente nell’ambito delle direzioni del personale delle organizzazioni sanitarie sono estremamente diverse ed eterogenee tra loro.
La CoP si propone di affrontare progressivamente le tematiche aventi rilevanza strategica, dando priorità a quelle ritenute più critiche ed urgenti. La selezione delle tematiche sarà progressivamente condivisa con i membri della CoP in modo da rendere la collaborazione effettiva e di reale impatto.
Fin dalla prima edizione si è realizzata con i partecipanti una discussione per l’avvio di attività strutturate finalizzate a sviluppare una cooperazione fattiva tra le aziende partendo da due possibili linee di collaborazione:
  • sviluppo di un sistema di benchmarking sui processi HRM e sulla performance delle Funzioni nell’ottica di un processo di miglioramento continuo;
  • sviluppo di un modello di indagine retributiva che consenta, su specifici ruoli professionali e qualifiche, di creare una griglia utile all’ottimizzazione delle politiche di retribuzione nell’ambito dell’autonomia consentita dai contratti di lavoro.

Destinatari

La CoP è destinata a tutti coloro interessati alla gestione delle persone nelle organizzazioni sanitarie, con particolare riferimento ai professionisti delle funzioni HR.
Come nella natura e nella tradizione della gestione del personale, la CoP promuove una partecipazione di persone con diversi background disciplinari: giuristi, psicologi e sociologi, medici, economisti aziendali e operatori delle professioni sanitarie sono tra i profili che si auspica possano prendere parte alla CoP del personale.

Date

La CoP si sviluppa nel corso del 2018 attraverso lo svolgimento di tre incontri residenziali che si svolgeranno nelle seguenti date:

  • 10 aprile 2019;
  • 26 giugno 2019;
  • 1 ottobre 2019.

Sede

Il primo incontro si svolgerà presso l'Università Cattolica del Sacro Cuore, sede di Roma;

Il secondo e il terzo incontro si svolgeranno presso l'Università Cattolica del Sacro Cuore, sede di Milano.

Docenti e ricercatori coinvolti

Americo Cicchetti, Professore ordinario di Organizzazione aziendale, Facoltà di Economia, Università Cattolica del Sacro Cuore; Direttore ALTEMS; Responsabile scientifico Community;
Antonella Cifalinò, Professore associato di programmazione e controllo, Facoltà di Economia, Università Cattolica del Sacro Cuore; Vice Direttore CERISMAS;
Federica Morandi, Ricercatore ALTEMS di Organizzazione aziendale, Facoltà di Economia, Università Cattolica del Sacro Cuore;
Giuseppe Scaratti, Professore ordinario di Psicologia organizzativa, Facoltà di Economia, Università Cattolica del Sacro Cuore.